UN GESTO DI CUORE DA UN MATRIMONIO D’AMORE

UN GESTO DI CUORE DA UN MATRIMONIO D’AMORE.
Abbiamo donato un ecocardiografo portatile alla Cardiologia Pediatrica dell’Ospedale Del Ponte. Una donazione di oltre 30mila euro, resa possibile grazie alla costante generosità di diversi benefattori, in particolare di Roberta e Paolo Fantinato che hanno fatto del loro matrimonio una bellissima fiaba di solidarietà. Dal cuore dei loro invitati è arrivato il regalo di nozze che loro avevano richiesto, ossia una dono a Il Ponte del Sorriso per i bambini in ospedale.
L’importo raccolto è stato davvero importante ed è stato devoluto all’acquisto dall’apparecchiatura. Alla consegna hanno partecipato i coniugi Fantinato visibilmente commossi. “Da genitori siamo felici di poter aiutare tanti bambini. Noi non avevamo bisogno di niente e l’idea di donare i nostri regali di nozze a una finalità benefica è nata fin dall’inizio”. Da tutta la dirigenza dell’ASST presente è arrivato il sentito plauso per questa bella iniziativa ed il sentito grazie a noi.
“La necessità di disporre di un ecocardiografo portatile nasce dalla crescita dell’Ospedale della Donna e del Bambino sia in termini logistici sia in termini di complessità specialistica – ha spiegato la Dott. Alessandra Stifani, Responsabile della Cardiologia Pediatrica – L’apparecchiatura combina portabilità e velocità di approccio per i pazienti critici sia di area pediatrica, sia per l’area ostetrico-ginecologica .L’elevata qualità delle immagini che il nuovo ecografo offre consentono un’accuratezza diagnostica anche in situazioni di urgenza/emergenza”
La SSD Cardiologia Pediatrica, infatti, è un centro di II livello che si prende cura dei bambini con problematiche cardiache e li continua a seguire anche dopo il raggiungimento della maggiore età, ma anche delle donne in gravidanza con cardiopatie, ipertensione arteriosa o aritmie, di quelle in terapia oncologica e delle gravide con feto cardiopatico o aritmico.
Ogni anno, sono circa 7mila i pazienti seguiti dalla struttura, al 70% bambini o ragazzi, per un totale di circa 11.000 prestazioni ambulatoriali e 9.400 prestazioni per i pazienti ricoverati. In particolare, si effettua tutta la diagnostica cardiologica non invasiva, il monitoraggio della terapia farmacologica e il follow up dal feto all’età adulta per i portatori di cardiopatia congenita, anche in regime di urgenza.