PREMIO SAN BERNARDINO

PREMIOSANBERNARDINO_dsc_0252 rid (1)

Prestigioso riconoscimento nazionale: Premio San Bernardino – Roma, 3 dicembre

 

 

Può uno spot pubblicitario promuovere la visibilità di un prodotto e al contempo veicolare un messaggio sociale positivo? A questa domanda risponde positivamente dal 2004 il “Premio San Bernardino per la pubblicità socialmente responsabile”. Un premio nazionale molto prestigioso nel campo della comunicazione sociale d’impresa, nell’ambito del quale è stato assegnato il premio creatività alla fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus, per aver divulgato che “Un bambino in ospedale non è un piccolo adulto, ma prima di tutto un bambino”, attraverso il video “Casting”, nato da una geniale intuizione del responsabile della raccolta fondi, Riccardo Cappello, realizzato dalla Saatchi & Saatchi e prodotto dalla Movie Magic International, che ne hanno saputo cogliere il profondo significato.La filosofia del Ponte del Sorriso è stata inserita tra grandi nomi, “colossi” nazionali ed internazionali. Gli altri finalisti erano, infatti, Procter & Gamble, con “Grazie di cuore mamma”, Ferrovie dello Stato con “Un cuore in stazione”, Amref per “Stad up for African Mothers”, Timberland con “Earthkeepers on the road, storie di gente fuori”, Coordown con “Integration day” per la giornata mondiale sindrome down. Un premio certamente inaspettato, per il quale la fondazione nemmeno sapeva di essere stata selezionata, e che riempie di orgoglio questo grande progetto made in Varese, che è Il Ponte del Sorriso. Dopo gli altri due premi nazionali ricevuti, uno a maggio e l’altro a settembre, dal mondo accademico pediatrico, si può dire che tutta Italia guarda al Ponte del Sorriso come a qualcosa di importante, unico ed innovativo che sta avvenendo a Varese.
Lunedì 3 dicembre, quindi, a Roma, presso Università LUISS Guido Carli, docenti universitari, giornalisti ed esperti di comunicazione e relazioni esterne hanno consegnato il “Premio San Bernardino Creatività” alla fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus.

Alla cerimonia sono intervenuti il direttore generale della LUISS, Pier Luigi Celli, Michele Sorice, docente di Comunicazione politica nella stessa università, Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso; Paolo Iammatteo, Responsabile Comunicazione e CSR, Relazioni Esterne Enel; Maurizio Marotta, presidente del consorzio COIN che gestisce il Contact Center di Inail-Superabile; Luca Pandolfi, antropologo, sociologo, direttore del Centro Comunicazioni Sociali della Pontificia università Urbaniana; Mario Pieracci, Rettore Primicerio dell’Oratorio del Santissimo Sacramento al Tritone, esperto di comunicazione. Il profilo semiotico degli spot è stato presentato da Paolo Peverini, professore di Semiotica dei media alla LUISS.

Di seguito le sei campagne in competizione:

Grazie di cuore mamma

Procter & Gamble ha realizzato questo spot in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012 per ringraziare tutte le mamme degli sforzi che fanno per crescere i loro figli.

Integration day

In occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down (21 marzo 2012), CoorDown, in collaborazione con Saatchi & Saatchi, ha realizzato un progetto di comunicazione, composto da serie di spot che ricalcano la sceneggiatura di alcune pubblicità: di Averna, Carrefour, CartaSi, Enel, Illycaffè, Pampers e Toyota. Gli attori originali sono stati sostituiti da ragazzi con la sindrome di Down.

Timberland

La Timberland ha lanciato il nuovo Earthkeepers Traditional 6” Boot, una calzatura realizzata utilizzando il PET riciclato, ovvero il materiale proveniente dalle bottiglie di plastica riciclate.

Ferrovie dello Stato

Il Rifugio Caritas fa parte del progetto “Un Cuore in stazione”, ideato da Ferrovie dello Stato Italiane e da Enel Cuore Onlus, che ha consentito nell’arco del triennio 2008-2010 di potenziare la rete degli Help center e dei centri di accoglienza delle stazioni di Roma, Milano, Torino, Genova, Pescara, Napoli, Firenze, Catania, Messina e Melfi.

Ponte del sorriso Onlus

Per migliorare le condizioni di vita dei bambini all’interno degli ospedali pediatrici, il Ponte del Sorriso ha realizzato questa campagna, ideata da Saatchi & Saatchi, che vede protagonisti un gruppo di bambini, intervistati in un improbabile colloquio “casting” sull’economia e sulle energie rinnovabili.

Amref

Lo spot rilancia i temi nella campagna globale “Stand Up For African Mothers” (raccolta fondi per la formazione di 15.000 ostetriche entro il 2015), per il diritto alla salute delle donne africane, in particolare nel percorso che accompagna la loro maternità. Questa campagna è iniziata nel 2011.