Natale in Pediatria la tristezza porta via

NATALE_2015_alberelli 3

Natale in Pediatria la tristezza porta via

Il Natale al Ponte del Sorriso è stato ricco di eventi per i piccoli in reparto, organizzati dalla fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus, grazie a tante realtà del territorio che si sono rese disponibili a regalare


momenti di serenità, di gioia, di allegria, ma anche di emozioni, momenti per vivere l’atmosfera del Natale nonostante la malattia. Artelandia ha portato lo spettacolo natalizio “Trappola per topi”, con costumi e scenografie. Un simpatico cagnolino, Simba, ha divertito i bambini con le sue incredibili capacità. La musica di Natale è arrivata con il coro Kolbe, il Progetto Zattera ha incantato i piccoli con le fiabe animate e un Babbo Natale è arrivato in moto con i centauri del Varese Chapter Harley Davidson, portando doni e un generoso contributo. A far visita ai bambini è arrivato anche un famoso calciatore del Milan, Mario Balotelli, che si è cimentato persino a giocare a calcetto con i ragazzi più grandi. Per tutto il mese di dicembre i piccoli ricoverati hanno ricevuto la graditissima posta degli alunni delle Scuole Elementari che avevano raccolto l’invito della fondazione Il Ponte del Sorriso a scrivere letterine e messaggi di auguri ai coetanei ammalati. La sera del 24 dicembre, il vero Babbo Natale è giunto in slitta, accompagnato dai violini di Laura Tenti e da un volontario davvero speciale, Luca Alfano. Dopo aver raccolto circa 100 giochi, il “più unico che raro” ha partecipato alla distribuzione dei regali ai bambini, ricevendo e trasmettendo tanta speranza e coraggio. Il 25 dicembre è stata la volta della magia, con Walter Maffei, che da anni trascorre il pomeriggio di Natale con i bambini in ospedale, intrattenendoli con trucchi e illusioni. E per merenda un buonissimo panettone gigante, da 5 chili, realizzato appositamente dai Panificatori di Varese. A fare da cornice, il suggestivo presepe creato dall’Associazione Anemos con tanta maestria attraverso l’affascinante arte dell’origami. Ora non resta che aspettare la classica Befana, che quest’anno arriverà con tante sorprese e novità.