LA CENA DEL SORRISO

cena1.jpg - 31.00 Kb

LA CENA DEL SORRISO REGALA NOVE CULLE AL NIDO – 24 marzo 2011

cena1.jpg - 31.00 Kb

Una cena davvero con il sorriso, quella che si è tenuta giovedì 24 marzo al ristorante Tana d’Orso di Mustonate a favore dell’Ospedale Del Ponte. Un sorriso che vale nove culle destinate al nido diretto dal dr. Massimo Agosti, il cui prototipo è stato presentato da Riccardo Cappello, responsabile della raccolta fondi del Ponte del Sorriso Onlus. Create appositamente per il Ponte del Sorriso e in linea con la sua filosofia, garantiranno la continuità del rapporto d’amore tra mamma e bambino che li ha uniti per nove mesi. Circa 120 persone hanno aderito all’invito della fondazione, molti ospiti illustri, generosi benefattori di uno dei progetti più importanti realizzati negli ultimi decenni in provincia di Varese.
Una serata dall’atmosfera molto serena e cordiale, durante la quale l’architetto Giulio Felli del CSPE di Firenze ha illustrato il progetto definitivo da lui realizzato.Significativa la considerevole presenza di primari e medici dell’Ospedale del Ponte, a testimoniare, attraverso le parole del prof. Pierfrancesco Bolis, il loro entusiasmo.
Sono orgoglioso di far parte di questo progetto e delle nuove leve, tanti allievi che lavorano con passione e che rappresentano un futuro di eccellenza per il Ponte del Sorriso”, ha ribadito il prof. Bolis.
Concetto ripreso anche dal dr. Walter Bergamaschi nel suo intervento sui contenuti che andranno a riempire i nuovi muri del polo materno infantile. Con una simpaticissima relazione “artistica”, passando da “Il diluvio Universale” di Michelangelo Buonarroti, attraverso “Campo di grano con corvi” di Van Gogh e altri celebri dipinti di Arcimboldi e Chagall, il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera ha sapientemente spiegato come anche in un momento di ristrettezza economica sui fondi pubblici, occorra guardare oltre. Evitando per una volta di essere esclusivamente “tecnico”, ha parlato del Ponte del Sorriso in termini di passione, tenacia, emozioni per poi concludere con la lettura della poesia “Lentamente Muore” di Martha Medeiros.
Il grande affetto dimostrato da tutti verso il Ponte del Sorriso, le capacità professionali del personale sanitario che ci lavora, con un Direttore Generale così che è una garanzia per tutti coloro che hanno contribuito e che vorranno contribuire, ci faranno vincere la sfida di avere a Varese un grande ospedale materno infantile” ha dichiarato soddisfatta Emanuela Crivellaro, presidente della fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *