DONAZIONI 6 MAGGIO

CONF.STAMPA6MAGGIO_dsc_0245rrr

Abbiamo donato apparecchiature, attrezzature e arredi per circa 400mila euro


La generosità di tantissime persone, aziende e fondazioni bancarie, abbinata ad un’intensa attività ed iniziative di raccolta fondi, hanno permesso alla fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus di poter effettuare delle importantissime donazioni in apparecchiature, attrezzature ed arredi, che rappresentano un significativo passo avanti verso lo sviluppo del polo materno infantile, sia migliorando notevolmente la qualità della diagnostica per immagini, sia avviando nuovi servizi e offerte sanitarie.

Cardiologia Pediatrica “Metti il tuo cuore per il cuore dei bambini” è il titolo della campagna raccolta fondi, avente per testimonial il fico Max Cavallari, che aveva l’obiettivo di raccogliere fondi per acquistare un importantissimo ecocardiografo di ultima generazione per la Cardiologia Pediatrica dell’Ospedale Del Ponte, unica struttura con riconoscimento cardiologico ad indirizzo specifico verso l’area fetale/neonatologica/pediatrica nella Provincia di Varese, nella parte settentrionale della Regione Lombardia (Como, Lecco, Sondrio), nelle province piemontesi confinanti e nel Canton Ticino.Ogni anno il reparto accoglie circa 7000 piccoli pazienti a vario titolo, vengono eseguiti 3000 esami ecocardiografici neonatali, pediatrici (fino a 18 anni) e circa 400 studi del cuore fetale. La disponibilità di tecnologie innovative nell’ambito della diagnostica per immagini, congiunta ad un elevato livello di professionalità, permette di raggiungere una diagnosi tempestiva, dettagliata e spesso fondamentale per il futuro dei bambini, per poter intervenire prima che sia troppo tardi, garantendo non solo la sopravvivenza, ma anche una qualità di vita accettabile, per quei piccoli che dovessero avere patologie cardiologiche.L’obiettivo era quindi quello di dotare la Cardiologia Pediatrica di un ecocardiografo, con sonde ultraspecialiste dedicate, in grado di permettere al cardiologo pediatra di poter eseguire indagini di elevata accuratezza diagnostica. Raggiungere l’obiettivo è stato possibile solo grazie a tanti benefattori, tra i quali di fondamentale rilevanza è stato il contributo della Fondazione Banca Del Monte di Lombardia.

Si tratta di una strumentazione dal costo elevato, top di gamma di ultima generazione, tra le migliori al mondo nel campo cardiologico pediatrico, che solo pochi centri hanno a disposizione. Si chiama Vivid  E9 XD Clear di General Elettric Healthcare, che offre eccezionali immagini 2D con precisione ed agibilità, espandibile al modulo 3/4D, dall’acquisizione alla gestione dei dati e archiviazione, ottimizzando il flusso di lavoro, migliorando la produttività e fornendo i dati necessari per diagnosi sicure.

Radiologia Pediatrica
La generosità di tante persone ha consentito di raggiungere l’importante obiettivo di donare un ecografo per la Radiologia dell’Ospedale Del Ponte, altra importantissima dotazione per la diagnosi tempestiva, accurata e precisa delle malattie dei bambini. Poter disporre di attrezzature all’avanguardia e ultra moderne, unita ad un’esperienza pediatrica, permette poi di poter intervenire con cure più efficaci. Sono circa 4000 i bambini che, ogni anno, hanno necessità di indagini diagnostiche ecografiche in questo reparto.
I bambini potranno quindi contare su un ecografo di alta fascia, un vero cavallo di battaglia elegante e leggero, che incorpora potenti tecnologie, migliorando il flusso di lavoro. Logic S7 PRO di General Elettric Healthcare è progettato per fornire prestazioni di qualità costante, garantendo elevata affidabilità diagnostica in diverse applicazioni, munito di un design user-sensibile per aumentare la velocità di esame, così come il comfort e la produttività.

Otorino Pediatrico
La donazione di varie attrezzature permetterà di aprire il primo ambulatorio di Otorino Pediatrico presso l’Ospedale Del Ponte, un importantissimo passo avanti nell’assistenza sanitaria dei bambini, garantendo così uno spazio dedicato e riservato esclusivamente alle patologie infantile nel campo dell’otorinolaringoiatria.
L’avvio di questo servizio sanitario consentirà di ridurre notevolmente il disagio creato dai trasferimenti dall’Ospedale Del Ponte all’Ospedale di Circolo per le consulenze. Sono circa 800 i piccoli che, ogni anno, subiscono questo passaggio, il 77% dalla Pediatria e il 33% dal Punto di Primo Intervento Pediatrico, per essere visitati da un otorino. Visite che saranno, invece, effettuate direttamente nel reparto di Pediatria, senza spostare il bambino.
Sono stati acquistati una colonna endoscopica completa, tre naso-laringo-faringo-scopi, un audiometro, un impedenziometro, un microscopio e strumentazione varia per le visite, come set auricolari pediatrici, speculi nasali pediatrici, uncini auricolari pediatrici, aspiratori auricolari pediatrici, ecc.

Punto di Primo Intervento Pediatrico
“Un bambino in ospedale non è un piccolo adulto, ma prima di tutto un bambino”. E’ su questa filosofia che la fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus ha allestito il PPIP. Grazie al progetto “L’Arte che cura”, co-finanziato dalla Fondazione Cariplo e realizzato in collaborazione con Arteatro di Cazzago Brabbia, l’ambiente è stato progettato per aiutare il bambino ad affrontare il momento dell’urgenza emergenza, ossia quando il bambino si trova in uno stato di ansia e di stress elevati.E’ un luogo cruciale, dove deve essere posta molta attenzione, non deve spaventare il bambino, ma essere rassicurante. Bastano pochi minuti nell’impatto, per avere un bambino collaborativo o un bambino terrorizzato.Così sei brillanti studenti dell’Accademia di Brera, hanno realizzato un bellissimo percorso artistico, attraverso il “Giardino delle attese”, nel quale diversi personaggi invitano il piccolo alla pazienza e alla calma, per poi entrare nel “Bosco delle cure”, dove fantastici robottini e dolci nonne, che sferruzzano maglioni per ricoprire betulle sofferenti, passano un messaggio di cura affettuosa, non solo fatta di punture e terapie.Accanto all’arte, arredi colorati e dettagli curati nei particolari, come le tende stampate con gli stessi disegni delle pareti oppure attaccapanni a forma di alberi e ancora i banconi che si confondono con il resto della hall.Sono stati inoltre donate le attrezzature necessarie per avviare il triage e aprire la stanza di Osservazione Breve Intensiva, due importanti servizi che completeranno l’attuale Punto di Primo Intervento Pediatrico, in attesa del vero Pronto Soccorso Pediatrico. Tutto è stato acquistato da Habitare/Karismedica.Sono circa 12000 i bambini che, ogni anno hanno bisogno di cure urgenti e che potranno quindi, contare su un ambiente che li accoglie e li fa sentire sicuri e protetti.Moltissimi sono i benefattori che hanno contribuito a realizzare questo splendido, caldo ambiente. In particolare ricordiamo il Sorriso di Martina, una bimba mancata all’affetto dei suoi genitori tre anni fa, che hanno deciso di ricordarla regalando tanti sorrisi ad altri bambini.